Colori della Repubblica Italiana
   

Icona Informazioni

Cittadinanza - Informazioni dal sito del Ministero degli Affari Esteri


RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA IURE SANGUINIS
Nuova convocazione per gli iscritti in lista d'attesa (29/08/2014)
Il servizio si rivolge esclusivamente a cittadini stranieri, si rimanda pertanto alla pagina di questo sito in lingua portoghese.


CITTADINANZA PER MATRIMONIO
(Legge n. 91 del 1992 e Legge n. 94 del 2009)

ATTENZIONE

Avvisiamo la gentile utenza che a partire dal 01/08/2015 sarà disponibile il nuovo sistema di prenotazione on-line per le sollecitazioni di naturalizzazioni per matrimonio, ai sensi dell'articolo n.5 della legge 91/92.
Si informa che fino al 31/07/2015 le prenotazioni sono già al completo.

Prima di tutto si consiglia di leggere l’art.12, II, della Costituzione Federale del 1988; consultare inoltre il sito www.mj.gov.br/estrangeiros, sezione Nacionalidade e Naturalização, Perda da Nacionalidade brasileira.

La richiesta di cittadinanza italiana può essere sottoscritta dal coniuge di cittadino(a) italiano(a), residente in questa circoscrizione consolare, dopo 3 anni di matrimonio (matrimonio civile); come stabilito dalla legge n. 94 del 2009; questo termine è ridotto alla metà nel caso in cui la coppia abbia figli.
Per ulteriori informazioni, consultare il sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: http://www.esteri.it/MAE/IT/Italiani_nel_Mondo/ServiziConsolari/Cittadinanza.htm


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER I RESIDENTI IN QUESTA CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE

1. Certificato di Nascita: recente (massimo 180 giorni), in originale, legalizzato dall’ EREPAR o ERESC   e tradotto in lingua italiana da un traduttore giurato. Il certificato deve contenere l’osservazione sul cognome adottato a seguito del matrimonio, anche nel caso in cui il cognome non sia cambiato. Non sarà possibile accettare certificati privi della suddetta osservazione.

2. Certificato di Precedenti Penali della Polizia Federale brasiliana: richiederlo tramite il sito www.dpf.gov.br  o presso un Commissariato della Polizia Federale o  farlo legalizzare dall’EREPAR o ERESC  e tradurre in italiano da un traduttore giurato. Il documento deve essere in corso di validità (90 giorni) e in originale.

3. Certificati di Precedenti Penali degli eventuali paesi terzi di residenza: il documento dovrà essere presentato in originale debitamente legalizzato dal Consolato italiano competente per il luogo di rilascio e tradotto in lingua italiana.

4. Prova di residenza.


PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA IN CONSOLATO

A causa dell’introduzione di una nuova modalità di compilazione e presentazione delle richieste di concessione della cittadinanza italiana, articoli 5 e 9 della Legge 91/92, le prenotazioni sono sospese in attesa di nuove istruzioni che saranno disposte dal Ministero Dell’Interno e che verranno pubblicate in questa pagina web appena saranno disponibili.

All’atto della consegna dell’istanza il richiedente sarà invitato a pagare, oltre ai diritti consolari, anche una somma corrispondente ad Euro 200,00 (duecento/00) a titolo di contributo, come stabilito dalla recente legge 94/2009.

Consigliamo vivamente di non effettuare nessun pagamento prima che questo Consolato verifichi l’istanza.

N.B. L’eventuale concessione della naturalizzazione non avverrà prima di 730 giorni (art.3, DPR 362/1994).


GIURAMENTO

Per appuntamento.

All’arrivo in Consolato del Decreto di concessione della cittadinanza, è obbligo del Consolato notificarlo tramite Raccomandata A.R. ed invitare la persona a firmare il giuramento sul nostro Registro entro 6 mesi dalla notifica.

Pertanto è indispensabile mantenere attualizzato il proprio indirizzo presso il Consolato, informando di qualunque trasferimento di residenza, anche se all’interno della stessa città.

Si sottolinea che insieme al Decreto viene inviato anche un foglio contenente tutte le istruzioni per fare il giuramento.


Mappa |  Note Legali |  Credits |  F.A.Q.